Lavoriamo per un Italia più sicura

Grazie all’accordo regionale tra Regione Lazio e Farmacie territoriali,
a partire da Giugno 2021, le farmacie, attraverso figure specializzate ed opportunamente formate come farmacisti, medici e infermieri, potranno contribuire alla vaccinazione di numerose fasce della popolazione italiana.
Farmacie Porta Pia Group è già al lavoro per fornire questo servizio ai cittadini.

Calendari disponibilità posti vaccini

verifica

FAQ su vaccinazione in farmacia

Come posso prenotarmi?

Il cittadino dovrà recarsi sul portale della regione Lazio, e prenotare la propria seduta vaccinale presso le farmacie aderenti.

prenota scarica consenso informato
Come funziona la vostra seduta vaccinale?

Stiamo ancora lavorando su questo. E’ di fondamentale importanza che sia il Cittadino che il Farmacista valutino correttamente il questionario anamnestico.

Per tale ragione, ti chiediamo di compilare il questionario e di inviarcelo a info@tamponerapidoroma.it almeno 24 ore prima della tua seduta vaccinale.

Il farmacista competente di turno, valuterà attentamente il tuo questionario ed il giorno della vaccinazione potrai fare tutte le domande al tuo farmacista di fiducia.

La seduta vaccinale dovrà essere composta da min. 5 persone altrimenti non potrà avere luogo.

Questo ci permetterà di essere molto più rapidi e di evitare prolungate attese.

Ti ringraziamo per la Tua collaborazione.

scarica questionario e consenso informato ora
Quando effettuate le vaccinazioni?

Stiamo lavorando per te…

Non appena tutto sarà maggiormente chiaro, potrai conoscere i nostri orari dedicati alle vaccinazioni direttamente sui nostri canali o attraverso il portale dedicato “Salute della Regione Lazio”.

Potrai scegliere di compiere la vaccinazione nelle nostre 3 sedi Farmacie Porta Pia Group:

  1. Farmacia Porta Pia – via Nomentana 25- 00161 Roma
  2. Farmacia San Godenzo -via Cassia 534- 00189 Roma
  3. Farmacia San Giovanni -via Enna 17- 00182 Roma

Verifica Disponibilita' posti

verifica
E' gratuito?

Si. Il vaccino è totalmente gratuito.

Quali cittadini possono vaccinarsi in farmacia?

Tutti coloro che lo desiderano ed aventi fascia di età > di 18 anni e che NON presentano patologie FRAGILI inclusi nella tabella “estremamente vulnerabili”.

tabella estremamente vulnerabili
Posso vaccinarmi in farmacia se sono un soggetto estremamente vulnerabile?

No. Tutti coloro che hanno delle patologie incluse nella tabella sottostante, dovranno parlare con il loro medico di base che li indirizzerà verso un Hub vaccinale o comunque centro specializzato.

tabella estremamente vulnerabili
Che tipo di vaccino fornirete?

EMA dice Ok per vaccino Janssen

Vaccini Covid-19, ok di Ema Johnson & Johnson: “Benefici superano i rischi” Dopo lo stop dello scorso 13 aprile deciso negli Stati Uniti, il Prac (Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza) dell’Ema ha confermato la sicurezza del vaccino contro il Covid-19 di Johnson & Johnson.

Il vaccino prevede 1 sola somministrazione.

Ovviamente nel corso del tempo, come tutti i vaccini, anche questo prevederà delle dosi di richiamo.

LEGGI di + sul vaccino Johnson & Johnson CLICCANDO QUI

Chi somministra il vaccino?

Il vaccino verrà somministrato da figure professionali competenti ed abilitate con diversi corsi e soprattutto dopo aver compiuto e superato a pieni voti il “Corso Vaccinatore” istituito dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS). Le nostre figure saranno i farmacisti o infermieri abilitati.

Eventi avversi comuni post vaccinazione

Le reazioni avverse più frequentemente osservate durante la campagna vaccinale in corso sono le reazioni locali nel sito di iniezione (p. es. dolore, gonfiore, arrossamento), la febbre, la stanchezza, il mal di testa e i dolori muscolari o articolari. Si tratta di reazioni non gravi, di entità lieve o moderata che, seppur fastidiose, si risolvono in poche ore o pochi giorni, spesso senza nemmeno ricorrere a trattamenti sintomatici (antidolorifico o simili).

Come per tutti i farmaci, sono inoltre possibili, seppur rarissime, reazioni di tipo allergico fino allo shock anafilattico. Per questo le vaccinazioni vengono eseguite in contesti sicuri da personale addestrato ed è previsto un periodo di osservazione di almeno 15 minuti dopo la vaccinazione. Un altro aspetto di cui si tiene conto è che, in seguito all’iniezione, si possono verificare anche reazioni di tipo ansioso con fenomeni vaso-vagali che vanno dalla sensazione di stare per svenire fino allo svenimento vero e proprio, per cui il personale presta attenzione a evitare traumatismi da caduta.

Il monitoraggio delle reazioni avverse viene descritto nei rapporti mensili di sorveglianza disponibili qui.

Otterrò subito l'iscrizione nell'anagrafe vaccinale?

Si. Il farmacista competente, alla fine della seduta vaccinale, inserirà i dati nel sistema e registrerà l’atto di vaccinazione. Grazie all’impegno delle nostre associazioni e con la collaborazione della Regione Lazio, dovremmo essere in grado di consegnare o spedire via posta elettronica, il certificato vaccinale nelle 24 ore successive alla seduta stessa.

Attualmente, per scaricare il fascicolo sanitario della vaccinazione ed ottenere il GREEN PASS recandoti  sul sito della regione Lazio.
Il tuo fascicolo sanitario verrà aggiornato solo dopo aver terminato tutto il ciclo vaccinale (1a e 2a dose ove previsto; nel caso del vaccino Janssen il ciclo si conclude dopo la prima dose).

Per accedere al tuo fascicolo sanitario ti è necessario essere in posseso di SPID , TS-CNS è la Tessera Sanitaria-Carta Nazionale dei Servizi , CIE (Carta d’identità elettronica).

accedi al tuo fascicolo sanitario
Che cosa è il Green Pass?

Le “certificazioni verdi COVID-19” anche dette “green pass”, sono certificazioni che attestano la sussistenza di condizioni personali che consentono gli spostamenti sul territorio nazionale. In particolare, le certificazioni sono rilasciate per attestare una delle seguenti condizioni:
a) aver completato la vaccinazione anti-SARS-CoV-2;
b) essere guariti da COVID-19, con cessazione dell’isolamento;
c) aver effettuato un test antigenico rapido o molecolare con esito negativo al virus SARS-CoV-2.

Le tre certificazioni verdi COVID-19 hanno tempi di validità e modalità di rilascio differenti:
a) la certificazione di avvenuta vaccinazione ha una validità di sei mesi dal completamento del ciclo vaccinale ed è rilasciata, su richiesta dell’interessato, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura sanitaria o dal sanitario che effettua la vaccinazione, al momento stesso dell’effettuazione dell’ultima dose prevista. La certificazione è disponibile anche nel fascicolo sanitario elettronico dell’interessato. Coloro che abbiano già completato il ciclo di vaccinazione alla data di entrata in vigore del decreto-legge n. 52 del 2021 possono richiedere la certificazione verde COVID-19 alla struttura che ha erogato il trattamento sanitario o alla Regione o alla Provincia autonoma in cui ha sede la struttura stessa;
b) la certificazione verde COVID-19 per avvenuta guarigione ha una validità di sei mesi dalla guarigione stessa ed è rilasciata, su richiesta dell’interessato, in formato cartaceo o digitale, dalla struttura presso la quale è avvenuto il ricovero o, per i pazienti non ricoverati, dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta, ed è resa disponibile anche nel fascicolo sanitario elettronico dell’interessato. La certificazione cessa di avere validità se, nell’arco dei sei mesi previsti, l’interessato viene nuovamente identificato come positivo al SARS-CoV-2. Le certificazioni di guarigione rilasciate precedentemente alla data di entrata in vigore del decreto-legge n. 52 del 2021 sono valide per sei mesi a decorrere dalla data indicata nella certificazione, salvo che il soggetto venga nuovamente identificato come caso accertato positivo;
c) la certificazione verde COVID-19 per tampone negativo ha una validità di 48 ore dall’esecuzione del test ed è prodotta, su richiesta dell’interessato, in formato cartaceo o digitale, dalle strutture sanitarie pubbliche, da quelle private autorizzate o accreditate e dalle farmacie che svolgono i test previsti o dai medici di medicina generale o pediatri di libera scelta.
Le certificazioni verdi COVID-19 rilasciate in conformità al diritto vigente negli Stati membri dell’Unione europea e quelle rilasciate in uno Stato terzo a seguito di una vaccinazione riconosciuta nell’Unione europea e validate da uno Stato membro dell’Ue sono riconosciute come equivalenti a quelle nazionali e valide se conformi ai criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

guarda quali sono le restrizioni della tua regione

FAQ su post vaccino

Le persone vaccinate possono comunque trasmettere l'infezione?

Gli studi clinici condotti sui vaccini oggi disponibili hanno dimostrato la loro elevata efficacia nel prevenire i sintomi della malattia COVID-19. Non è ancora noto se le persone vaccinate possono comunque essere contagiate in modo asintomatico e, in tal caso, essere contagiose. Si stanno conducendo studi clinici ma è necessario più tempo per ottenere dati significativi.
I vaccinati e le persone che sono in contatto con loro devono continuare ad adottare tutte le misure di protezione anti COVID-19: UTILIZZO DELLE MASCHERINE, IGIENE DELLE MANI, DISTANZIAMENTO.

Quanto tempo deve passare prima che io sia protetto contro infezione Covid-19 ?

Nel caso di vaccini che richiedono la somministrazione di una seconda dose, gli studi clinici hanno dimostrato un’efficacia del vaccino circa due settimane dopo la seconda dose. Nel caso di Johnson e Johnson (Janssen) che richiede la somministrazione di una sola dose, il massimo dell’efficacia si ottiene circa 4 settimane dopo la vaccinazione. Il massimo della protezione si ha, quindi, dopo questi periodi.

Quante dosi devo ricevere perchè il ciclo vaccinale sia completato?

Il completamento del ciclo vaccinale varia a seconda del vaccino ricevuto:

Pfizer/BioNtech (Comirnaty) – ciclo vaccinale completato dopo due dosi
Moderna – ciclo vaccinale completato dopo due dosi
AstraZeneca (Vaxzevria) – ciclo vaccinale completato dopo due dosi
Johnson e Johnson (Janssen) – ciclo vaccinale completato dopo una dose

Per quanto tempo sarò protetto?

Le osservazioni fatte nei test finora hanno dimostrato che la protezione dura alcuni mesi, mentre bisognerà aspettare periodi di osservazione più lunghi per capire se una vaccinazione sarà sufficiente per più anni o servirà ripeterla.

E' possibile ricevere la prima dose di un vaccino e la seconda di un altro?

No, nel caso di vaccini che richiedono la somministrazione di due dosi, chi effettua la prima dose con un tipo di vaccino COVID-19 deve ricevere il medesimo vaccino anche per la seconda dose.

Una volta vaccinato posso tornare alla vita prima della pandemia?

La campagna di vaccinazione durerà a lungo prima di riuscire a coprire tutta la popolazione e, non sapendo se il vaccino protegge solo dalla malattia o se impedisce anche la trasmissione dell’infezione, sarà necessario che anche chi è vaccinato continui ad adottare comportamenti corretti e misure di contenimento del rischio di infezione: UTILIZZO DELLE MASCHERINE, IGIENE DELLE MANI, DISTANZIAMENTO.

Eventi avversi comuni post vaccinazione

Le reazioni avverse più frequentemente osservate durante la campagna vaccinale in corso sono le reazioni locali nel sito di iniezione (p. es. dolore, gonfiore, arrossamento), la febbre, la stanchezza, il mal di testa e i dolori muscolari o articolari. Si tratta di reazioni non gravi, di entità lieve o moderata che, seppur fastidiose, si risolvono in poche ore o pochi giorni, spesso senza nemmeno ricorrere a trattamenti sintomatici (antidolorifico o simili).

Come per tutti i farmaci, sono inoltre possibili, seppur rarissime, reazioni di tipo allergico fino allo shock anafilattico. Per questo le vaccinazioni vengono eseguite in contesti sicuri da personale addestrato ed è previsto un periodo di osservazione di almeno 15 minuti dopo la vaccinazione. Un altro aspetto di cui si tiene conto è che, in seguito all’iniezione, si possono verificare anche reazioni di tipo ansioso con fenomeni vaso-vagali che vanno dalla sensazione di stare per svenire fino allo svenimento vero e proprio, per cui il personale presta attenzione a evitare traumatismi da caduta.

Il monitoraggio delle reazioni avverse viene descritto nei rapporti mensili di sorveglianza disponibili qui.

 

A chi devo segnalare degli eventi avversi post vaccinazione?
Se si presentano dei disturbi dopo la somministrazione del vaccino, è importante segnalarli immediatamente al medico di famiglia, oppure al Centro Vaccinale, al farmacista di fiducia o alla ASL di appartenenza.
È possibile segnalarli all’AIFA (Agenzia del Farmaco) anche direttamente, compilando la scheda disponibile sul portale AIFA – Segnalazioni Reazioni Avverse . La segnalazione sarà importante per proseguire nel monitoraggio della sicurezza del vaccino e per l’aggiornamento delle informazioni sul prodotto.

 

Tutto quello che devi sapere sul vaccino somministrato in farmacia. Fonte AIFA.

Vaccino Janssen di Johnson&Johnson

Il vaccino Janssen (Johnson&Johnson) viene somministrato, in unica dose, a partire dai 18 anni di età. Con Circolare 21 aprile 2021 il Ministero raccomanda un uso preferenziale del vaccino nelle persone di età superiore ai 60 anni.

  • Nome Covid-19 Vaccine
  • Produttore Janssen (Johnson&Johnson)
  • Tipo di vaccino Vaccino a vettore virale
  • Efficacia nelle forme gravi arriva fino al 77 % dopo 14 giorni dalla somministrazione e all’85% dopo 28 giorni dalla somministrazione
  • Data AIC in Europa 11 marzo 2021
  • Data AIC In Italia 12 marzo 2021
  • Modalità di somministrazione una iniezione, solitamente nel muscolo della parte superiore del braccio

Scarica

Norme e circolari

  • Circolare 21 aprile 2021 – Aggiornamento vaccini disponibili contro SARS-CoV-2/COVID-19 e aggiornamento note informative del consenso
  • Circolare 28 marzo 2021 – Modulo consenso campagna vaccinale anti-SARS-CoV-2/COVID-19. Aggiornamento

Per approfondire

Data ultimo aggiornamento: 12 maggio 2021